Anche la carne fa ingrassare!

Che detta così sembra proprio un’ovvietà: qualsiasi eccesso alimentare che non sia legato, ad esempio, al consumo di frutta o verdura può portare nel tempo a degli scompensi. Il problema, però, sembra essere che la carne, al pari dello zucchero, può determinare un importante aumento di peso nei soggetti e, questo aumento, non sembra essere direttamente collegato alla quantità di grassi contenuti.

La carne fa ingrassare, dunque, ed è uno studio condotto presso l’Università di Adelaide e pubblicato sulla rivista Journal of Nutrition & Food Sciences a lanciare l’allarme obesità e a confermare, con un consumo eccessivo di carne, l’incremento di grasso per il nostro organismo.

Sono le proteine contenute nella carne a contribuire all’obesità, definendo un incremento di energia nel corpo che viene immagazzinata come grasso. E non sembra esserci particolare distinzione tra la scelta alimentare di carne bianca o carne rossa: esaminando le cause di malattie metaboliche in 170 Paesi, i ricercatori hanno confermato come la carne contribuisca a determinare l’obesità negli individui nella misura del 13%, una percentuale simile a quella definita dal consumo di zuccheri.

Ma com’è possibile che le proteine possano favorire un aumento di peso? Ce lo spiegano gli studiosi: “C’è il dogma che grassi e carboidrati siano i principali fattori che contribuiscono all’obesità che però ci forniscono l’energia necessaria a compiere le nostre azioni quotidiane. Le proteine della carne vengono digerite più tardi, il che rende l’energia da loro ricavata un eccesso, che viene convertito in grasso”. Mentre grassi e carboidrati, quindi, vengono digeriti più velocemente, l’energia creata dall’assunzione di proteine della carne è conservata nel nostro corpo per poter essere utilizzata solo successivamente ma, individuata come un eccesso, viene convertita in grasso.