Ictus in menopausa? Con le banane il rischio si allontana

Buone notizie per le donne in menopausa: mangiare cibi ricchi di potassio aiuta a ridurre le possibilità di incorrere in un ictus. L’insorgenza dell’ictus viene favorita da diversi problematiche di salute che si verificano in tarda età (ipertensione, diabete) o comunque a seguito di stili di vita non del tutto corretti (vedi vizio del fumo). Solitamente l’ictus colpisce maggiormente il sesso maschile, ma anche le donne non risultano essere immuni da eventi o circostanze del genere.

Secondo una ricerca scientifica dell’Albert Einstein College of Medicine di New York, però, condotta su più di 90.000 donne in fase di menopausa e pubblicata sulla rivista American Heart Association, esisterebbe un modo per poter limitare i rischi di ictus nel popolo femminile di circa un quarto del totale. Le donne che hanno partecipato allo studio sono state seguite per circa 11 anni e hanno mantenuto un’assunzione quotidiana di 2.611 milligrammi al giorno di potassio. Al termine della ricerca gli scienziati hanno potuto verificare come le donne con pressione alta che avevano mantenuto un’alimentazione ricca di potassio presentavano un rischio minore del 27% di incorrere in un ictus ischemico e del 21% per tutti i tipi di ictus, sebbene, poi, le dosi consumate fossero comunque mediamente inferiori rispetto ai 3.510 mg suggeriti anche dall’OMS (Organizzazione Mondiale Sanità). Un giusto fabbisogno giornaliero di potassio, quindi, può definire enormi benefici di salute e, per questo, il consiglio dei ricercatori è quello di integrare l’alimentazione delle donne in menopausa con alcuni alimenti che ne siano ricchi come le patate, le banane o anche i fagioli.

  • Ricerca di: Albert Einstein College of Medicine di New York
  • Pubblicata su: American Heart Association
  • Conclusione: Un adeguato apporto di potassio giornaliero riduce i rischi di ictus, di pressione alta e di mortalità
Leggi la ricerca  Lavorare di notte altera il nosto organismo