La frutta secca ti allunga la vita

Tante ricerche nel campo alimentare hanno già dimostrato come il mangiare sano possa allungarti la vita, ma lo studio condotto per oltre trent’anni dai ricercatori del Dana-Farber Cancer Institute, del Brigham and Women’s Hospital e della Harvard School of Public Health insieme, hanno ristretto maggiormente il cerchio indentificando nella frutta secca l’alimento privilegiato per allontare il rischio di mortalità.

E’ proprio l’aumento della prospettiva di vita il dato più significativo raccolto dalla ricerca trentennale pubblicata sul New England Journal of Medicine constatando una riduzione del rischio di morte nelle persone di almeno il 20%. E più nello specifico per chi mangiava frutta secca meno di una volta a settimana la riduzione del rischio di morte era del 7%; per chi mangiava la frutta secca almeno una volta a settimana la riduzione era dell’11%; nel caso di 5 o 6 volte a settimana la riduzione era del 15% per poi raggiungere la soglia del 20%, appunto, per chi assumeva frutta secca 7 o più volte la settimana. Altro dato essenziale della ricerca è che nessun tipo di frutta secca mostrava maggiori benefici rispetto all’altro, ma l’effetto positivo generato veniva determinato in maniera eguale da noci, mandorle, pistacchi, arachidi.

  • Ricerca di: Dana-Farber Cancer Institute, Brigham and Women’s Hospital, Harvard School of Public Health
  • Pubblicata su: New England Journal of Medicine
  • Conclusione: Mangiare frutta secca può allungare la vita