La prevenzione dal diabete inizia dai pistacchi

Già in diverse occasioni abbiamo parlato degli enormi benefici della frutta secca per la nostra salute, merito dei grassi insaturi o degli antiossidanti presenti in questo tipo di frutta, con un comprovato aumento delle prospettive di vita. Oggi, una ricerca condotta in Spagna presso la Roviri Virgilio University di Tarragona si è concentrata, però, su uno solo degli alimenti della frutta a guscio, il pistacchio.

La ricerca spagnola presentata in occasione dell’European Congress on Obesity di Sofia conferma tutti i benefici di salute e le proprietà curative già note agli scienziati, confermando un ruolo primario del pistacchio soprattutto nella prevenzione di malattie come il diabete. Lo studio spagnolo è stato condotto su un gruppo di volontari in sovrappreso, e già in fase di prediabete per gli elevati livelli di glicemia riscontrati, che sono stati seguiti per 8 mesi con la prescrizione di una rigida dieta alimentare. Ad alcuni partecipanti alla ricerca è stato richiesto di mangiare, oltre ai normali pasti condivisi con gli altri volontari, anche circa 60 grammi al giorno di pistacchi. Al termine dello studio i dati raccolti dalla dottoressa Mònica Bulló e dai suoi colleghi hanno evidenziato una particolare differenza tra i due gruppi di ricerca non riscontrabile dal peso corporeo, ma confermando, invece, per chi aveva accompagnato la propria dieta con i pistacchi, dei livelli di glicemia nel sangue notevolmente ridotti. La conclusione dei ricercatori è che una buona dieta alimentare non può prescindere da un consumo quotidiano di frutta secca in grado di prevenire lo sviluppo di malattie come il diabete.

  • Ricerca di: Roviri Virgilio University di Tarragona
  • Conclusione: Il consumo di pistacchio aiuta la prevenzione da malattie alimentari

Post Correlati

Articolo pubblicato il 5 giugno 2014 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.