Mai rinunciare alla pausa pranzo con gli amici

Mai rinunciare ad una pausa pranzo e soprattutto mai preferire una pausa solitaria in ufficio. Questa è la conclusione di uno studio scientifico condotto da Werner Sommer e pubblicato su Plos One, che dimostra come un pasto, oltre ad avere necessari benefici alimentari (dovuti al nutrimento), è anche fonte di armonia sociale se condiviso con amici e colleghi.

La ricerca scientifica, condotta dai ricercatori dell’Università Humboldt di Berlino, ha confrontato le conseguenze personali di un pranzo svolto in compagnia con quelle, invece, di una pausa pranzo solitaria alla scrivania. Lo studio ha analizzato il comportamento di alcune donne divise in due gruppi (donne con pranzo in compagnia e donne con pranzo solitario) mantenendo, per entrambi i gruppi, la stessa tipologia e quantità di cibo ingerita. A parità di condizione è emerso come, nella fase post-pranzo, le donne del primo gruppo risultano più serene delle altre, ma, allo stesso modo, meno vigili e attente. Le donne del secondo gruppo, invece, appaiono meno rilassate, ma con un controllo cognitivo maggiore e mantengono costanti, durante tutta la giornata, i livelli di attenzione e di capacità sul lavoro.

  • Ricerca di: Università Humboldt di Berlino
  • Pubblicata su: Plos One
  • Considerazioni: Una pausa pranzo con i colleghi rende più sereni ma diminuisce i livelli di attenzione
Leggi la ricerca  Perchè dopo una dieta si tende ad ingrassare di nuovo?