Una spezia per combattere l’obesità?

Può una spezia aiutare a combattere il sovrappeso? La risposta della scienza è si: è il pepe nero, il nuovo alleato in tavola contro l’obesità. In realtà, come sappiamo, non è questa poi l’unica spezia in grado di combattere l’accumulo di grassi.

Questo nuovo studio che conferma i benefici di salute del pepe nero arriva direttamente dall’India, terra nota a tutti proprio per la sua ricca presenza di spezie e condimenti.

E’ il piperonale, un composto chimico contenuto nel pepe nero, a poter garantire il vantaggio di ridurre gli effetti dannosi di una dieta ricca di grassi.

L’esperimento dei ricercatori indiani dell’Università Sri Venkateswara è stato condotto su dei topi obesi, nutriti con una dieta ricca di grassi per ben 22 settimane. Alla 16esima settima di studio, ad alcuni roditori è stato somministrato del piperonale aggiungendolo alla dieta quotidiana. I dati ottenuti dalla ricerca hanno dimostrato che solo il gruppo di topi trattato con il pepe nero aveva aumentato la massa corporea magra rispetto al gruppo di controllo. L’utilizzo del piperonale, inoltre, aveva diminuito considerevolmente anche il livello di glucosio nel sangue dei topi obesi.

La somministrazione del piperonale è durata per un periodo di 42 giorni confermando, secondo il parere degli scienziati, la possibilità di andare, nel tempo, a modificare alcuni geni associati proprio all’obesità. Come confermano gli studiosi: <<I nostri risultati dimostrano l’efficacia del piperonale come un potente agente anti-obesità, forniscono evidenze scientifiche al suo uso tradizionale e suggeriscono il possibile meccanismo di azione>>.

I risultati della ricerca possono aprire, adesso, a nuovi trattamenti naturali per la cura dell’obesità e del sovrappeso, una delle problematiche di salute più diffuse oggi.