Vino e frutti rossi per aiutarci a dimagrire

Sono numerose le ricerche scientifiche che condividono l’importanza di bere almeno un bicchiere di vino rosso al giorno o comunque di abituarsi ad integrare nella propria dieta quotidiana i frutti di bosco, come fonte principale per il nostro organismo per assumere vitamine, polifenoli e per combattere l’invecchiamento cellulare.

Uno studio che unisce i benefici dell’uno con le proprietà dell’altro non poteva, quindi, non determinare degli enormi vantaggi per una buona salute. Secondo una ricerca condotta presso la Washington State University e pubblicata sull’International Journal of Obesity, vino e frutti di bosco possono essere entrambi in grado di ridurre il grasso in eccesso diminuendo il sovrappeso grazie alla presenza di una sostanza anti-obesità: il resveratrolo.

I test sono stati condotti in laboratorio su dei roditori ai quali sono state somministrate delle porzioni di circa 340 grammi di frutti rossi al giorno. Nonostante i topi fossero stati alimentati con una dieta ricca di grassi, al termine della sperimentazione i ricercatori hanno evidenziato una diminuzione di peso di circa il 40% rispetto al gruppo di controllo che, invece, non aveva assunto il resveratrolo.

La spiegazione del meccanismo scientifico è da rinvenire nelle parole del dottor Min Du, autore dello studio che conferma: “I polifenoli nella frutta, tra cui il resveratrolo, aumentano l’espressione del gene che incrementa l’ossidazione dei grassi alimentari in modo che il corpo non venga sovraccaricato. Essi convertono il grasso bianco in ‘grasso bruno’ che brucia i lipidi (grassi), prevenendo l’obesita’ e le disfunzioni metaboliche”.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 24 giugno 2015 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.