Coccolare un cane riduce ansia e stress!

coccolare un cane

Non è la prima volta che le ricerche scientifiche prendono in considerazione i benefici della pet therapy sullo stato d’animo delle persone.

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista Stress & Health ha analizzato il vantaggio di fare delle coccole a un cane sul benessere degli studenti.

Gli studenti, lo sappiamo, sono spesso soggetti a crisi di ansie e stress legate principalmente alle necessità delle verifiche del proprio rendimento  a scuola. Una ricerca realizzata dall’University of British Columbia di Vancouver ha coinvolto un gruppo di 246 studenti per dimostrare come la presenza di un cane con cui giocare sia terapeutica per ridurre ansia, solitudine e anche depressione.

Ai ragazzi che hanno partecipato allo studio è stato richiesto di compilare un questionario prima e dopo una sessione di dog therapy proprio per valutare gli effetti del cane sul proprio benessere. La seduta prevedeva giochi, coccole e carezze in presenza di tanti cani.

Dai risultati ottenuti è emerso che i giovani che avevano trascorso del tempo con gli animali erano molto più felici e meno stressati di chi non aveva partecipato alla sessione di terapia. E questa particolare energia, ovviamente, veniva poi riversata sul rendimento scolastico degli allievi.

<<Queste sedute danno dei benefici per gli studenti nel breve termine, per questo crediamo che le università debbano programmarle durante i periodi di particolare stress, per esempio durante gli esami>>, spiegano gli scienziati. A quando, quindi, una scuola dove i cani possano girare liberamente per le classi per favorire il benessere psicologico dei ragazzi?

Post Correlati

Articolo pubblicato il 13 marzo 2018 da un nostro autore

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. Dal 2014 è Dottore di Ricerca in Biologia e Medicina Sperimentale presso l’ateneo capitolino.