calvizie

La calvizie è una responsabilità di tua madre!

E finalmente abbiamo trovato un colpevole per la mancanza di una chioma fluente che copre il nostro viso. Nessuno mette in dubbio che l’uomo calvo può essere ugualmente affascinante (e sono davvero tanti gli esempi che potremmo fare), ma quante volte avremmo voluto provare il piacere di asciugarci i capelli dopo una doccia o di tentare un’acconciatura diversa? E non è di certo il gel, o la cera, o i duemila prodotti e più che abbiamo utilizzato da giovani ad aver compromesso il nostro futuro da capelloni, la causa della calvizie è genetica.

Ne sono convinti i ricercatori dell’Università di Edimburgo che hanno pubblicato uno studio a riguardo sulla rivista scientifica Plos Genetics: su 300 marcatori genetici che conducono alla calvizia maschile, buona parte di essi sono localizzati nel cromosoma X che, come sappiamo, ereditiamo da parte materna.

La ricerca condotta ha analizzato il profilo genetico di oltre 50.000 maschi per giungere a questa conclusione. Gli scienziati hanno primo sequenziato il DNA dei soggetti per poi analizzare le singole differenze genetiche in rapporto con il grado di calvizie registrato. Come detto, buona parte delle regioni genetiche responsabili della caduta dei capelli, così come anche della perdita di colore dei capelli, sembrano essere ereditate dalla madre.

Adesso lo studio condotto dovrà essere approfondito prendendo in considezione altre variabili non considerate dai ricercatori: tra queste, ad esempio, il fattore dell’età che può incidere, e non poco, sulle conclusioni di ricerca ottenute.