Bere vino per ripulire le tossine presenti nel nostro cervello

bere vino

Sono numerosi gli studi di ricerca che confermano la bontà del vino per combattere alcuni stati infiammatori e tutelare la salute del nostro organismo.

L’unica indicazione degli esperti è sulla quantità di alcol consigliata: basterebbe bere uno o due bicchieri di vino al giorno per ridurre, ad esempio, il rischio di malattie del cuore o l’insorgenza di tumori.

Una cosa che ancora non si sapeva, però, è che con l’aiuto di un pò di alcol riusciamo anche a ripulire il nostro cervello dalle tossine presenti.

La ricerca scientifica condotta presso l’Università di Rochester Medical Center e pubblicata sulla rivista Scientific Reports ha preso in esame il funzionamento del sistema glinfatico, ovvero il processo di pulizia del nostro cervello, attraverso il quale il liquido cerebrospinale pompato nel tessuto cerebrale consente la distruzione di alcune tossine associate a malattie cognitive come l’Alzheimer.

Lo studio ha osservato il cervello di alcuni topi sottoposti ad una somministrazione quotidiana di alcol. Gli esperti hanno verificato che nei roditori in cui il livello di consumo era pari a circa 2 bicchieri di vino al giorno, il processo di pulizia del cervello era molto più efficiente rispetto alla norma. Di contro, nei topi in cui la somministrazione di alcol era maggiore e prolungata nel tempo, il sistema glinfatico appariva non efficace con evidenza di riduzione delle capacità cognitive negli animali.

La conclusione dei ricercatori, pertanto, è che una moderata assunzione di alcol è associabile ad un minor rischio di declino cognitivo, viceversa, l’abuso del bere può ridurre in maniera considerevole le nostre capacità intellettive e di memoria.

Post Correlati