frutta e cervello

Chi mangia frutta è più intelligente!

La frutta fa bene. Lo sappiamo tutti e l’abbiamo detto più e più volte: si può tutelare il nostro organismo e fare prevenzione semplicemente modificando le nostre abitudini alimentari e mangiando tanta frutta e verdura.

E allora qual è la novità di ricerca a cui prestare attenzione? La notizia da condividere è che la frutta fa bene anche al cervello e mangiarne di più favorisce la crescita cerebrale. Secondo uno studio scientifico condotto presso la New York University e pubblicato sulla rivista Nature Ecology & Evolution, gli esseri umani e i primati della storia che hanno avuto una predilezione per la frutta presentano un cervello più grande rispetto agli altri.

La ricerca ha analizzato le dimensioni del cervello di 140 differenti specie di primati mettendo in comparazione le dimensioni cerebrali e le abitudini alimentari. Risultato? I mangiatori di frutta hanno circa il 25% di tessuto cerebrale in più rispetto a chi preferisce, ad esempio, la verdura.

Leggi la ricerca  L'inquinamento è causa di danni alle strutture cerebrali

I ricercatori americani, però, non hanno ancora compreso qual è il reale meccanismo che porta all’evoluzione di un cervello più grande. Secondo alcune ipotesi degli scienziati, l’aumento di massa cerebrale potrebbe dipendere essenzialmente da due fattori. Il primo: l’impegno cognitivo necessario al primate per ricercare la frutta sugli alberi ed individuare le migliori strategie per estrarla; il secondo: la scelta di ricompensa energetica, ovvero la constatazione che la frutta può garantire all’organismo maggiore energia rispetto alle verdure.