Come ti riconosco i bugiardi!

Altro che i costi dello spionaggio per realizzare macchine e sieri della verità, noi tutti saremo già dotati di un sistema in grado di riconoscere i falsi e bugiardi e quel detector infallibile della verità risiederebbe nel nostro cervello.

Secondo una ricerca scienfitica dell’Università della Bicocca di Milano il nostro cervello, infatti, è una macchina della verità incredibilmente efficiente in grado di individuare in un terzo di secondo (330 millisecondi) una bugia, o comunque una possibilità di bugia. Lo studio pubblicato sulla rivista americana PLOS ONE è stato condotto su trenta ragazzi invitati ad osservare 280 fotografie di 8 attori teatrali che mimavano dei differenti stati d’animo. Durante la visione delle foto gli studenti sono stati monitorati mediante tomografia elettromagnetica a bassa risoluzione in grado di analizzare l’attività cerebrale interessata dal test. I ricercatori hanno verificato che la parte del cervello più condizionata dall’esperimento era la corteccia orbito-frontale ventromediale, un’area del cervello nella quale l’individuo elabora i segnali del corpo che riceve, confronta l’esperienza del momento con quella del passato o dei suoi ricordi, ed interpreta, volta per volta, uno scostamento di valore o un’incongruenza come una possibile bugia o falsità.

  • Ricerca di: Università della Bicocca di Milano
  • Pubblicata su: PLOS ONE
  • Conclusione: Il cervello interpreta il linguaggio del corpo in 330 millisecondi

Post Correlati

Articolo pubblicato il 10 marzo 2014 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.