La dislessia dipende dai legami di connessione del cervello

La connessione tra le regioni del cervello, è questa la causa che andrebbe a determinare negli individui la patologia della dislessia o un disturbo specifico dell’apprendimento.

Sono i ricercatori dell’Università Cattolica di Lovanio a dimostrare che le difficoltà di lettura, scrittura o calcolo dipendano da una scarsa connettività tra le aree del cervello.

La ricerca scientifica pubblicata su Science e condotta su 45 soggetti, affetti e non da dislessia, ha interessato l’ascolto di suoni e fonemi diversi e le possibilità di riconoscerli. Una risonanza magnetica ha poi evidenziato le aree del cervello attive durante l’esercizio fonetico mostrando un immagine 3D delle regioni interessate.

Dalla ricerca si è evidenziato come i soggetti dislessici fossero in grado di riconoscere i suoni al pari del gruppo di controllo, ma in maniera molto più lenta. Dalle analisi effettuate i ricercatori hanno dimostrato come questa mancata rapidità nella risposta fosse condizionata da un deficit di legame tra le regioni del cervello interessate.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 9 dicembre 2013 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.