fame

E’ possibile spegnere l’appetito?

Per molte persone il problema vero è riuscire a placare il proprio appetito, perchè è soprattutto la voglia insistente di mangiare che favorisce l’aumento di peso negli individui.

Ma è possibile riuscire a mettere un freno all’appetito per cercare di perdere qualche chilo di troppo? Un’interessante scoperta da questo punto di vista è stata realizzata presso l’Università di Warwick, in Inghilterra, e pubblicata sulla rivista scientifica Molecular Metabolism.

Secondo i ricercatori, infatti, esistono dei neuroni in grado di controllare il nostro appetito: sono i taniciti e condizionano il nostro senso di sazietà.

Spiegano gli esperti che la sazietà arriva quando questi neuroni “spezza-fame” individuano alcune specifiche molecole, come arginina e lisina, all’interno dei cibi consumati. Gli alimenti che contengono queste molecole come merluzzo, albicocche, mandorle o lenticchie, infatti, possano favorire più rapidamente il senso di sazietà e consentirci di non mangiare più.

Leggi la ricerca  Cervello e linguaggio: cosa accade se l'emisfero sinistro è compromesso?

La ricerca condotta ha dimostrato come non appena i neuroni avvertono la presenza di arginina e lisina, si attivano e rilasciano un messaggio di sazietà al nostro cervello consentendo, quindi, di spegnere la fame.

Questa scoperta potrà favorire adesso l’individuazione di alcune diete specifiche basate sul consumo di alimenti in grado di generare una risposta dei taniciti e di favorire la perdita di peso.