Il cervello cresce anche quando siamo adulti!

Una teoria che scienziati e ricercatori hanno sempre fermamente condiviso è che lo sviluppo del nostro cervello inizia con l’età infantile, prosegue in età adolescenziale per poi arrestarsi solo in età adulta. Da adulti, in pratica, il nostro cervello smette di crescere e resta uguale a sè stesso.

Una nuova ricerca scientifica pubblicata sulla rivista Science e condotta presso l’Istituto di Neuroscienze dell’università californiana di Stanford, sembra, però, contraddire anche questa ipotesi così consolidata. Secondo gli scienziati americani, infatti, una parte del cervello continua la sua crescita anche da adulti andando a creare nuovo tessuto utile ad assolvere e migliorare alcune specifiche funzioni cerebrali.

Il tessuto cresce, quindi, e sembra crescere in un’area del cervello ben definita e che viene utilizzata per una funzione importante come quella del riconoscimento facciale.

Leggi la ricerca  Fare la sauna aiuta a proteggere il tuo cervello

La conferma arriva dall’osservazione del cervello in attività, mediante risonanza magnetica, di 22 adulti e 22 bambini e dal confronto dei tessuti presenti. Dai dati ottenuti emerge che l’area del cervello demandata al riconoscimento dei volti continua a svilupparsi a differenza, invece, dell’area che consente il riconoscimento dei luoghi. Questo nuovo input di crescita è stato definito dagli scienziati come meccanismo di proliferazione di microstrutture, anche se i ricercatori non sono ancora in grado di comprendere quale sia la natura di queste microstrutture e quale sia il processo che porta ad una loro organizzazione.