futuro

Il nostro cervello può prevedere il futuro!

Come cambierebbe la nostra vita se fossimo in grado di predire il futuro? Poter modificare le nostre scelte o prendere delle decisioni già sapendo come andrà a finire, di sicuro, rappresenterebbe un vantaggio enorme per la nostra esistenza.

E se, in realtà, il nostro cervello fosse già in grado di elaborare gli eventi circostanti e di fare una previsione attendibile di quello che sarà di lì a poco?

Secondo una ricerca olandese della Radboud University di Nimega pubblicata sulla rivista Nature Communications, nella nostra corteccia visiva sono presenti i neuroni “Nostradamus” che, così come il profeta francese, sono capaci di anticipare degli eventi futuri.

Ma come può il cervello essere in grado di prevedere il futuro? Semplicemente basandosi sulle esperienze passate e su ciò che ha appreso in precedenza.

Gli scienziati hanno esaminato le aree del cervello durante degli esperimenti mediante risonanza magnetica: osservando il movimento ripetuto di un punto da un lato all’altro di uno schermo, alcuni neuroni del cervello si attivano per visualizzare le varie posizioni del punto in movimento, anche quando sul display il punto è solo all’inizio della sequenza. In sintesi, i neuroni “Nostradamus” sono in grado di anticipare il movimento che accadrà a breve basandosi su una conoscenza pregressa.

<<Questi risultati dimostrano che ci creiamo delle aspettative riguardanti gli eventi imminenti, e che la corteccia visiva può completare la sequenza anche sulla base di un input parziale>>, confermano i ricercatori olandesi. Dato da non sottovalutare, inoltre, è che la previsione è un processo del tutto automatico del nostro cervello ed è indipendente dalla nostra volontà o dalla nostra attenzione.