neurone che attiva la coscienza

Scoperto il neurone della coscienza?

Come una “corona di spine”, così cercano di spiegare la loro scoperta i ricercatori americani andando ad indicare un singolo neurone che percorre l’intera circonferenza del nostro cervello.

E’, forse, qui, in un sottile strato di cellule (da cui parte questo neurone) che il cervello crea la propria coscienza andando a condizionare le scelte e gli atteggiamenti futuri della persona?

Sono gli scienziati dell’Allen Institute for Brain Science di Seattle ad aver analizzato i neuroni di un intero cervello mediante una ricostruzione digitale. E’ da questa ricostruzione computerizzata, realizzata grazie ad una tecnica innovativa, che gli esperti hanno riscontrato la presenza di tre neuroni che si espandono in tutto il cervello, e di uno in particolare che riesce a collegare l’intera superficie dell’organo cerebrale.

L’analisi è stata realizzata in laboratorio sul cervello dei topi andando ad evidenziare una specifica area di cellule, chiamata claustrum, che potrebbe essere la sede della coscienza nei roditori e, potenzialmente, anche di quella degli esseri umani. E’ dal claustrum, un’area a maggior densità di connessioni cerebrali, infatti, che partono i tre neuroni che collegano tutte le aree del cervello raccogliendo informazioni e condizionando il comportamento di ogni soggetto. Da questa particolare evidenza scientifica a parlare di flusso di coscienza, però, ci sembra un passo davvero azzardato.

Leggi la ricerca  Il perchè dell'insonnia

In realtà l’esistenza di neuroni che circondano il cervello non dimostra affatto che il claustrum è coinvolto nel processo di coscienza, ma rappresenta soltanto un’indicazione utile ai ricercatori per poter comprendere quali e quante sono le ramificazioni a livello cerebrale dei singoli neuroni.