Colpi di tosse? Forse è colpa della disidratazione!

colpi di tosse

Episodi di tosse frequenti o di durata rilevante? La causa secondo i ricercatori potrebbe essere legata ad una non corretta idratazione del nostro organismo.

Questo particolare legame è stato rilevato dagli scienziati soprattutto sul target bimbo, come dimostra lo studio I mille volti della tosse presentato al XII Congresso Nazionale AIST (Associazione Italiana Studio Tosse) e condotto su più di 300 bambini in età compresa tra i 6 e i 16 anni.

Dai dati raccolti dalla ricerca è, infatti, emerso che il 61% del campione non beve a sufficienza, il 28% presenta una disidratazione moderata, il 33% una disidratazione grave.

Da qui la conclusione degli esperti: il bambino che beve di meno ha una maggior possibilità di incorrere in episodi di tosse più frequenti e di maggiore durata rispetto a chi invece riesce ad idratarsi in maniera corretta.

Come sappiamo tutti bere tanto durante il giorno è essenziale per la salute del nostro organismo, più che mai per quella di un infante.

Dallo studio condotto scopriamo, però, che due bambini su tre non bevono in una maniera corretta. Qual è il problema alla base di questa cattiva abitudine?

Innanzitutto una ridotta percezione dello stimolo della sete per il bambino, ma anche la mancata educazione da parte della famiglia a seguire una corretta idratazione.

Se il bambino non tende a bere durante il giorno, è compito di un genitore (o anche degli insegnanti) favorirne l’idratazione in modo da evitare l’insorgenza di problematiche di salute, come appunto la comparsa di fastidiosi episodi di tosse.

Durante l’inverno, inoltre, l’allarme disidratazione è anche maggiore. Perchè? Le temperature basse riducono lo stimolo della sete e si tende a sottovalutare il fabbisogno di liquidi durante la giornata.

Il suggerimento degli esperti è quello di costringersi a bere anche quando non ne percepiamo lo stimolo e di provare a bere il giusto quantitativo d’acqua. Come spiegano gli scienziati: <<bere spesso e costantemente durante il giorno almeno 8 bicchieri d’acqua rappresenta infatti un valido aiuto per mantenere un corretto bilancio idrico>>.

Per quanto riguarda i più piccoli, invece, il consiglio è quello di favorire una cultura della corretta idratazione in famiglia condividendo più volte il gesto di bere l’acqua e assicurandosi che il proprio bambino porti sempre con sè una bottiglietta d’acqua il cui consumo deve essere controllato alla fine di ogni giornata.

Post Correlati

Post pubblicato il 13 Febbraio 2019 da: