L’uso del cellulare può creare problemi alla funzionalità del braccio

Abbiamo già affrontato diverse volte la questione dell’uso prolungato del cellulare e la possibilità di insorgenza di problemi di salute, più o meno gravi. La maggior parte delle ricerche condotte fin d’ora ha cercato di dimostrare la veridicità di una relazione causa-effetto tra l’utilizzo dei dispositivi mobili e il rischio di cancro, anche se, a ben vedere, le possibili formazioni tumorali non sono l’unico effetto collaterale che potrebbe essere collegato all’uso esagerato dei cellulari.

Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’Istituto di Neurologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e del Policlinico Gemelli di Roma, parlare a lungo al cellulare potrebbe definire delle problematiche nervali al livello del braccio, oltre che alterare la trasmissione dei segnali nervosi negli arti coinvolti.

E’ il nervo ulnare (che innerva i muscoli dell’avambraccio e della mano) a risentire della posizione che assume il nostro braccio durante una conversazione telefonica e a definire, nel lungo periodo, fastidi come spasmi, formicolii o difficoltà nei movimenti.

Leggi la ricerca  Il troppo esercizio fisico ti avvelena il sangue

La ricerca scientifica ha coinvolto un campione di 58 pazienti affetti da problemi al nervo ulnare e 56 individui senza alcun particolare disturbo. L’esperimento condotto ha previsto la simulazione di una chiamata del cellulare della durata di 18 minuti per verificare cosa accadeva nella trasmissione nervale del braccio in entrambi i gruppi. Se nel primo gruppo il nervo ulnare andava in sofferenza dopo appena pochi minuti, questa condizione non veniva riscontrata nel gruppo di controllo.

La conclusione degli scienziati, quindi, è che è la postura a gomito piegato che assumiamo durante una telefonata a creare dei problemi ai nostri nervi. E per evitare che un semplice fastidio possa diventare col tempo una problematica cronica, il consiglio è quello di cercare di utilizzare gli auricolari per evitare la posizione di stress a carico del nervo ulnare, così come anche provare ad alternare l’utilizzo della mano destra e di quella sinistra durante la stessa telefonata.