Non tutte le vitamine fanno bene agli atleti

Arriva dalla Norvegia, e la conclusione della ricerca presa in esame va a sfatare il mito del fabbisogno di vitamine per poter migliorare le nostre capacità atletiche.

Secondo i ricercatori della Norwegian School of Sport Sciences di Oslo, infatti, non tutte le vitamine vanno a determinare un apporto sufficiente di energia ad un organismo sottoposto ad esempio allo “stress fisico” di una gara; alcune vitamine, infatti, possono produrre l’effetto contrario, influenzando le performance atletiche a cui siamo abituati. Lo studio pubblicato su Journal of Physiology ha analizzato le prestazioni fisiche di più di 50 atleti per ben 11 settimane. Durante i test di resistenza e velocità programmati per gli atleti, ad alcuni partecipanti venivano fatte ingerire alcune dosi di vitamina C ed E, mentre ad altri solo un placebo. Al termine della ricerca gli atleti sono stati sottoposti all’analisi del sangue e a quella di un campione di tessuto muscolare: i risultati hanno evidenziato che gli atleti che avevano assunto vitamine nel corso dei test effettuati presentavano un numero minore di mitocondri, la cui funzione principale nell’organismo, come sappiamo, è la produzione di energia. Da qui, quindi, il consiglio dei ricercatori norvegesi di utilizzare le vitamina C ed E con maggiore cautela quando siamo impegnati in un allenamento di resistenza.

  • Ricerca di: Norwegian School of Sport Sciences
  • Pubblicata su: Journal of Physiology
  • Conclusione: La vitamina C ed E influenzano le performance atletiche

Post Correlati

Articolo pubblicato il 4 febbraio 2014 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.