Attente donne, con i calcoli renali c’è un rischio elevato per il cuore

Una nuova collaborazione tra Italia e America per arrivare ad una conclusione precisa: i calcoli renali possono rappresentare, in special modo per le donne, un preavviso d’infarto. Un gruppo di ricercatori dell’Università Cattolica di Roma, in cooperazione con degli studiosi della Harvard University di Boston, hanno evidenziato come le donne che soffrono o che hanno sofferto nel tempo di calcoli renali vanno ad aumentare del 30% il rischio di subire malattie cardiache.

La ricerca scientifica, pubblicata sul Journal of American Medical Association (JAMA), ha coinvolto oltre 240mila persone (uomini e donne) che non presentavano alcun preavviso di malattia cardiaca all’inizio dell’indagine. Lo studio, durato per circa 24 anni, ha dimostrato come in presenza di calcoli renali ci sia un rischio maggiore di sviluppare malattie cardiache e come questa associazione sia evidenziabile solo nel sesso femminile, ma non in quello maschile.

  • Ricerca di: Università Cattolica di Roma e Harvard University di Boston
  • Pubblicata su: Journal of American Medical Association
  • Conclusione: I calcoli renali nelle donne possono anticipare l’infarto
Leggi la ricerca  Quali sono le proprietà benefiche dell'olio extravergine d'oliva?