Energy drink, le bevande che alterano le funzioni cardiache

energy drink

Energy drink, o anche bevande energetiche, e la loro diffusione in commercio è legata più che alla bontà o gusto, alla carica energetica che sono in grado di rilasciare al nostro organismo.

Ma cosa accade al nostro corpo quando ingeriamo una bevanda del genere? A questa domanda l’Università di Bonn fornisce una risposta non troppo rassicurante. I ricercatori tedeschi hanno analizzato mediante una risonanza magnetica cardiaca gli effetti collaterali prodotti successivamente all’assunzione della bevanda, evidenziando una preoccupante alterazione delle funzioni cardiache.

D’altronde, ricordano gli scienziati, simili bevande contengono dosi elevate di caffeina e taurina, e vi sono molte preoccupazioni circa gli effetti prodotti sulla funzione cardiaca soprattutto di adolescenti e giovani.

Tachicardia, palpitazioni, aumento della pressione arteriosa ma anche conseguenze più gravi, sono queste le risposte dell’organismo all’assunzione delle bevande energetiche. Al momento i ricercatori non hanno potuto dimostrare ancora gli effetti a lungo termine prodotti dall’utilizzo di energy drink, ma il consiglio per le persone che presentano aritmie cardiache è di evitarne assolutamente l’assunzione.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 2 dicembre 2013 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.