Le rughe sulla fronte sono la spia di un problema al cuore!

rughe

Le presenza di rughe sulla fronte rappresenta un segnale inequivocabile del tempo che scorre: con il passare degli anni, infatti, nuovi solchi orizzontali fanno capolino sul nostro volto ricordandoci che per tutti, chi più, chi meno, l’età avanza.

Prima di attivarci per individuare dei rimedi possibili per eliminare le rughe in viso, sarebbe utile considerare anche altri aspetti di salute più importanti. Secondo gli esperti del Centro ospedaliero universitario di Tolosa in Francia, le rughe sulla fronte non sono solo la traccia dell’età di una persona, ma anche un indicatore di possibili problemi cardiovascolari. Uno studio condotto su 3.200 persone adulte (di differenti età) ha dimostrato come le rughe sono la firma di un rischio di salute maggiore per il cuore.

I partecipanti alla ricerca sono stati monitorati per un tempo di ben 20 anni. A ciascuno di essi è stata misurata la presenza di rughe sulla fronte individuando una scala di punteggi da zero (nessuna ruga) a 3 (più rughe profonde). Durante lo studio una parte dei soggetti è deceduta (più di 200 persone); di questi il 15,2% aveva un punteggio di 2 o 3, il 6,6% un punteggio di 1 e solo il 2,1% aveva punteggio zero, ovvero nessuna ruga.

Associando lo score delle rughe ai fattori di rischio cardiovascolare delle persone coinvolte (come fumo, pressione altra, diabete o altro) gli scienziati hanno verificato che chi aveva punteggio 1 presentava un rischio di morte maggiore rispetto a quelli con punteggio zero, e che le persone con punteggio 2 o 3 avevano un rischio di decesso di circa 10 volte superiore rispetto a chi non aveva rughe (punteggio zero).

Secondo i ricercatori “più alto è lo score-rughe più il rischio di mortalità cardiovascolare cresce“. Da qui, quindi, la convinzione che le rughe sulla fronte possano essere un segnale plausibile dello stato di salute del cuore: “Le rughe della fronte rappresentano una ‘red flag’, una bandierina rossa che dovrebbe far scattare l’allarme e accertamenti più approfonditi su pressione arteriosa, grassi nel sangue, glicemia“.

Non esiste ancora una spiegazione chiara per questa particolare associazione. L’ipotesi più accreditata è che le rughe sulla fronte siano in qualche modo legate all’aterosclerosi (una malattia vascolare progressiva che si manifesta tipicamente nell’età adulta) che è tra le principali cause di infarto e di insorgenza di eventi cardiovascolari.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 28 agosto 2018 da:

Paola Foglia è nata a Napoli l’11 luglio 1984. Dopo il diploma di maturità classica ha conseguito una laurea magistrale in Biologia Cellulare e Molecolare con votazione di 110/110 presso l’Università degli Studi di Tor Vergata (Roma). Nel 2016 ha conseguito l’abilitazione alla professione di Biologo. Dal 2018 collabora all’attività editoriale del portale.