Le staminali cardiache che riparano il cuore

Il tema staminali, alla luce di quanto sta accadendo nell’ultimo periodo, diventa sempre più “sconveniente”. La bilancia costi-benefici è ancora da valutare effettivamente, ma intanto che la questione trova una sua definizione si viene a scoprire di un nuovo importante ruolo assunto dalle cellule staminali.

Secondo i ricercatori del Policlinico Gemelli di Roma in collaborazione con i ricercatori americani del Brigham and Women’s Hospital e Harvard Medical School di Boston le staminali possono rappresentare un ottimo rimedio di guarigione per un cuore malato. Le cellule staminali, infatti, avrebbero la capacità di far riprendere il cuore di un individuo in maniera completa anche dopo un evento traumatico come un infarto. Per dare evidenza di questa teoria i ricercatori hanno analizzato diversi pazienti operati di bypass e hanno analizzato il potere replicativo delle cellule staminali cardiache di ciascuno di essi. La conclusione dello studio, poi pubblicato sulla rivista Circulation, conferma che una maggiore capacità replicativa delle cellule staminali cardiache corrisponde, di fatto, ad una miglior ripresa dell’individuo nel post-infarto e viceversa.

  • Ricerca di: Brigham and Women’s Hospital e Harvard Medical School di Boston
  • Pubblicata su: Circulation
  • Conclusione: Il potere replicativo delle cellule staminali cardiache influisce sulla guarigione del cuore

Post Correlati

Articolo pubblicato il 11 dicembre 2013 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.