Quando bisognerebbe evitare l’attività sportiva?

Fare sport è, senza dubbio, una delle attività maggiormente consigliate per poter tutelare o migliorare il nostro stato di salute. Una vita da “pantofolai” convinti o comunque un atteggiamento estremamente pigro e sedentario può condurre, nel tempo, all’insorgenza di alcune patologie più o meno gravi.

Non sempre, però, fare attività sportiva può risultare la scelta più adatta per garantirsi una buona condizione fisica e mentale. Quante volte ci siamo sentiti dire, ad esempio, che la palestra può essere la soluzione migliore per poter “scaricare” la tensione accumulata dopo una giornata trascorsa tra lavoro ed impegni quotidiani?

Nulla di più sbagliato, confermano i ricercatori della McMaster University: non bisognerebbe fare attività fisica quando si è in uno stato di agitazione perchè questa condizione potrebbe triplicare il rischio di infarto.

La ricerca scientifica pubblicata sulla rivista Circulation ha voluto approfondire il legame rabbia-sport per verificare come un particolare stato mentale possa interferire sulla nostra preparazione allo sforzo fisico.

Lo studio realizzato su più di 12.000 soggetti, con un’età media di 58 anni e provenienti da oltre 50 Paesi del mondo, ha analizzato i dati di un questionario fatto compilare a tutti i partecipanti alla ricerca, selezionati sulla base di una precedente esperienza d’infarto. I risultati ottenuti dallo studio hanno evidenziato che il 14% dei soggetti un’ora prima dell’attacco cardiaco era impegnato in attività fisica e che un ulteriore 14% era in una condizione mentale di non serenità.

Secondo gli esperti: <<gli stimoli estremi, sia emotivi che fisici, hanno effetti simili sul corpo. Entrambi possono aumentare la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca, modificare il flusso di sangue attraverso i vasi e ridurne l’apporto al cuore. L’attività fisica regolare ha molti benefici per la salute, compresa la prevenzione di malattie cardiache, quindi vogliamo che le persone continuino a eseguirla. Tuttavia, si consiglia di astenersi quando si è arrabbiati o emotivamente turbati>>. Per evitare spiacevoli episodi d’infarto, quindi, è fortemente sconsigliato l’utilizzo dello sport come soluzione per scacciare via la rabbia o la tensione accumulata durante il giorno. Andare in palestra, correre a piedi o passeggiare in bicicletta sono esercizi del fisico e della mente che devono essere eseguiti con costanza ma soprattutto in presenza di una condizione mentale di assoluta calma e tranquillità.