Una vita più lunga solo se siamo ottimisti

“Gianni l’ottimismo è il sale della vita”, spiegava ad un amico Tonino Guerra in uno noto spot tv. E davvero l’ottimismo sarebbe in grado di allungarci la vita, soprattutto quella di individui con problemi cardiaci.

Essere ottimisti riduce il rischio di infarto secondo una ricerca scientifica condotta dall’Università di Tilburg e pubblicata sulla rivista Circulation.

Lo studio ha coinvolto per cinque anni 600 persone, tutte con problemi cardiovascolari più o meno gravi dimostrando come l’ottimismo possa, o meno, influenzare le aspettative di vita. I ricercatori hanno suddiviso i 600 volontari in due gruppi: ottimisti e non, verificando come, nei cinque anni di raccolta dati, meno del 10% degli ottimisti è deceduto, a differenza di una percentuale del 16,5% del gruppo “più cupo”.

La ricerca ha, inoltre, dimostrato come l’essere positivi nella vita possa ridurre il rischio di morte fino al 42%.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 17 settembre 2013 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.