Il fumo fa male alla schiena

Non c’è scampo per la salute dei fumatori. Ogni giorno una nuova ricerca dà conferma degli enormi danni che il vizio del fumo provoca all’organismo dei fumatori e di chi, purtroppo, ne è costantemente a contatto.

Una recente ricerca dell’Università Cattolica di Roma ha confermato l’esistenza di un legame tra vizio del fumo e colonna vertebrale affermando che il fumo è responsabile anche di numerose patologie a carico della schiena. La spiegazione secondo i ricercatori risiede nei danni che vengono provocati dal fumo al DNA dei dischi intervertebrali, ovvero di quei cuscinetti di congiunzione che legano due vertebre adiacenti. L’azione degenerativa nei confronti dei dischi è colpevole di numerose patologie della colonna vertebrale, come lombalgie o cervicalgie, e la misura del danno causato aumenta con una più giovane età, e quindi se si inizia a fumare già da adolescenti. Lo studio pubblicato sulla rivista The Spine Journal ha verificato l’azione nociva del fumo sui dischi intervertebrali mediante un esperimento condotto in laboratorio sui topi. Dall’analisi è risultato che tutti i topi esposti a fumo cronico sviluppavano segni gravi di degenerazione discale e, che quando i topi esposti erano ancora dei cuccioli, la gravità della degenerazione si misurava in dieci volte maggiore rispetto a quella registrata nei topi adulti.

  • Ricerca di: Università Cattolica di Roma
  • Pubblicato su: The Spine Journal
  • Conclusione: I composti del fumo svolgono un’azione degenerativa nei confronti del DNA dei dischi intervertebrali