Attenti agli scontrini, contengono sostanze tossiche

Sono avvertiti i commercianti, ma anche i revisori contabili, i commercialisti, insomma tutti coloro che per un motivo o per un altro sono costantemente a contatto con gli scontrini. Ad essere sotto accusa, in realtà, è la carta termica, una tipologia di carta destinata alla stampa di piccolissime tirature ed utilizzata soprattutto come supporto per la stampa di scontrini fiscali ma non solo.

Il problema per la nostra salute, secondo i ricercatori del Cincinnati Chidren’s hospital, è che la carta termica contiene bisfenolo (BPA), un composto chimico imputato in numerose malattie dello sviluppo sessuale maschile nel feto, e soprattutto nel calo di fertilità nell’uomo. La ricerca scientifica, pubblicata su Jama, ha coinvolto 24 studenti universitari ai quali è stato richiesto di maneggiare delle ricevute fiscali per circa due ore a mani nude e successivamente di rifare la stessa operazione però con i guanti protettivi. Lo studio voleva dimostrare la variazione di quantità di bisfenolo all’interno dell’organismo dei ragazzi ed, infatti, l’analisi delle urine dei partecipanti ha dimostrato come i livelli di BPA erano molto più elevati nella prima fase dell’esperimento che non la prima. Da qui, quindi, il consiglio dei ricercatori per chi è costretto a toccare con frequenza la carta termica, di indossare, sempre, dei guanti di protezione.

  • Ricerca di: Cincinnati Chidren’s hospital
  • Pubblicata su: Jama
  • Conclusione: La carta termica contiene bisfenolo, composto chimico dannoso per la nostra salute

Post Correlati

Articolo pubblicato il 27 febbraio 2014 da un nostro autore

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. Dal 2014 è Dottore di Ricerca in Biologia e Medicina Sperimentale presso l’ateneo capitolino.