Lo zinco come causa dell’artrosi

L’artrosi, o anche osteoartrosi, è una malattia degenerativa che si presenta soprattutto nell’avanzare dell’età e che è caratterizzata dal deterioramento delle articolazioni. Nonostante non si conoscano effettivamente le origini che portano alla comparsa della malattia, i dati di diffusione della patologia sono abbastanza allarmanti: l’artrosi colpisce circa il 10% della popolazione ed interessa quasi la metà degli adulti sopra i 60 anni.

Un team di ricercatori sud coreani del Gwangju Institute of Science and Technology ha cercato di approfondire le cause che determinano la distruzione del tessuto cartilageneo e quindi l’origine dell’artrosi. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Cell esisterebbe una nuova variabile legata all’insorgenza del disturbo, ovvero l’eccesso di zinco nell’organismo dell’individuo affetto da artrosi. La ricerca scientifica, condotta al momento su un gruppo di topi, ha dimostrato effettivamente che il danno provocato ai tessuti della cartilagine è innescato da un meccanismo regolato dallo zinco. Alla base di tutto ci sarebbe una proteina chiamata ZIP8 colpevole di trasportare lo zinco all’interno delle cellule della cartilagine e provocare la distruzione del tessuto cartilagineo. Il consiglio dei ricercatori coreani, quindi, è quello di monitorare l’apporto di zinco all’organismo, soprattutto se in età avanzata, e prestare particolare attenzione alla dieta e a tutti quegli alimenti che contengono elevate quantità di zinco come zucca, carne di manzo e fegato.

  • Ricerca di: Gwangju Institute of Science and Technology
  • Pubblicata su: Cell
  • Conclusione: E’ la proteina ZIP8 a trasportare lo zinco all’interno delle cellule e provocare la distruzione dei tessuti