Nelle città di Torino e Milano si invecchia di più!

Roma, Milano e Torino, tre splendide città italiane in cui poter vivere, ciascuna con le proprie meraviglie (turistiche, storiche, culturali), ciascuna con i suoi pregi o difetti. La scelta del luogo in cui abitare per metter su famiglia e magari invecchiare serenamente, è condizionata, di solito, da ragioni di tipo affettivo o lavorativo, e sono davvero rare le motivazioni legate ad un’attenzione alla salute che possono far protendere verso questa o quella scelta.

Ma nella disputa del viver meglio tra Nord o Sud, forse, finalmente si è giunti ad una conferma scientifica: le città della Pianura Padana (vedi Milano e Torino) risultano essere tra le più inquinate d’Europa e questa considerazione non può non avere dei risvolti (negativi) sullo stato di salute e benessere dei propri cittadini.

Inquinamento e smog, secondo gli scienziati, accelerano lo sviluppo dell’arteriosclerosi, che si presenta solitamente con l’avanzare dell’età e che può determinare numerose complicazioni di salute. “Studi recenti hanno dimostrato che l’esposizione alle polveri sottili in città provoca un ispessimento della carotide, quindi l’arteriosclerosi, ma anche la formazione di placche aterosclerotiche”, confermano gli studiosi, spiegando che le polveri sottili con le quali siamo in contatto ogni giorno in città come Torino e Milano, possono velocizzare fino a quattre volte l’invecchiamento di cuore e cervello di quanto non accada, ad esempio, nella Capitale.

Leggi la ricerca  E' possibile riparare il cuore dopo un infarto?

Da qui il consiglio di preferire una vitta in città, come ad esempio Roma (ma anche numerosi altri centri italiani) in cui il tasso di inquinamento medio risulta minore ed è possibile tutelare, almeno in parte, il nostro stato di salute. E’ ovvio, comunque, che un maggior impegno in tema d’ambiente, magari diminuendo la concentrazione delle polveri sottili nell’aria, possa ridurre i rischi dello smog evitando la disfunzione delle arterie ed eventi improvvisi di infarti o trombosi.