Correre fa bene al nostro cervello!

Ritorniamo ad approfondire i benefici del fare sport prendendo in considerazione un nuovo studio scientifico realizzato presso l’Università del Kentucky. Sappiamo tutti quanto possa far bene alla salute del nostro organismo mantenere una regolare attività sportiva, quello che, forse non sappiamo, è che fare del footing giornalmente può generare degli effetti positivi anche sulla nostra salute mentale.

Alcune ricerche del passato hanno già confermato un legame evidente tra l’abitudine della corsa e un minor invecchiamento cerebrale e questo nuovo studio ricalca, in parte, le conclusioni già condivise.

Prendendo in considerazione un totale di 30 individui, nella fascia d’età 60-70 anni, i ricercatori hanno analizzato le differenze cerebrali tra i soggetti più pigri e quelli, invece, abituati a mantenersi in forma. Dalle analisi condotte è emerso che le persone sedentarie presentano un cervello di dimensioni ridotte rispetto agli anziani maggiormente attivi. Gli scienziati hanno, inoltre, verificato che con un programma di esercizi in palestra della durata di soli 3 mesi, il gap cognitivo si può ridurre definendo un netto miglioramento delle capacità di memoria.

Secondo i ricercatori infatti: “Un’attività aerobica di intensità moderata come, ad esempio, il footing o andare in bicicletta, può produrre cambiamenti nella struttura del cervello. Questo ‘aumenta’ le riserve cognitive, rendendo il cervello più resistente alle patologie”. Mantenere un’attività fisica regolare, quindi, favorisce anche la prevenzione di malattie mentali e cognitive come l’alzheimer riducendo, nelle persone adulte, il rischio di sviluppare demenza fino a quasi il 40%.