Il latte materno aiuta a proteggere il neonato dai batteri cattivi

Una vera e propria “coperta” costituita da batteri amici, così definiscono i ricercatori il valore aggiunto del latte materno nella nutrizione dei neonati, condividendo uno studio scientifico pubblicato sulla rivista Frontiers in Microbiology .

Il nostro organismo è costituito, per una piccola parte, dal microbiota, una presenza batterica localizzata all’interno dell’intestino e che viene associata a diverse funzioni o attività fisiologiche. Sono numerose le funzioni principali attivate dal microbiota e focalizzate all’interno della nostra flora batterica o anche flora intestinale, come, ad esempio, la necessità di mantenere un costante equilibrio batterico utile a realizzare una vera e propria barriera contro gli agenti patogeni.

I ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù hanno voluto approfondire i meccanismi di evoluzione del microbiota nei suoi primi giorni di vita utilizzando dei topi come modello di riferimento. I roditori appena nati sono stati suddividi in gruppi distinti e nutriti con diverse tipologie di latte: quello delle madri naturali, quello derivante da madri adottive e quello privo di immunoglobuline (ovvero globuline con funzione di anticorpi).

Dalle analisi condotte è emerso che mediante l’allattamento da latte materno il neonato riceve dalla madre immunoglobulina A e lattobacilli, ovvero dei batteri considerati amici. Viceversa, in altre tipologie di latte analizzate, si evidenzia un aumento considerevole delle popolazioni batteriche patogene e quindi di batteri considerati nemici.

Secondo gli esperti <<questa è la dimostrazione che il latte materno fornisce ai neonati una sorta di coperta di batteri ‘amici’, che funge da barriera contro i batteri patogeni e protegge i piccoli dall’insorgenza di malattie>>. Con altri studi scientifici avevamo già visto, d’altronde, la necessità di preferire il latte materno al latte artificiale al fine di preservare la salute dei più piccoli e di prevenire eventuali problematiche di salute.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 18 ottobre 2016 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.