annusare cibo

Anche l’odore del cibo ci fa ingrassare!

E sarebbe meglio a questo punto tenersi alla larga dai profumi che provengono dalla cucina e dalle abilità culinarie di nostra madre che ci sta preparando il pranzo. Arriva, infatti, una sorprendente conferma scientifica: anche l’odore del cibo può farci ingrassare.

Una ricerca condotta presso l’Università della California, a Berkeley, ha dimostrato come basterebbe annusare del cibo per mettere in crisi la nostra forma fisica. L’esperimento condotto in laboratorio su dei topi obesi ha preso in considerazione il senso dell’olfatto analizzando possibili correlazioni con l’aumento di peso.

I topi sono stati suddivisi in due gruppi distinti: uno con il senso dell’olfatto ed uno privo. Al termine della sperimentazione i ricercatori hanno verificato che i topi in grado di annusare il cibo erano ingrassati; di contro, invece, i topi privi dell’olfatto erano dimagriti. Ovviamente tutti i topi dell’esperimento avevano ricevuto la medesima alimentazione ed i roditori che presentavano un senso dell’olfatto maggiormente sviluppato hanno guadagnato ancora più peso degli altri.

Leggi la ricerca  Buone capacità olfattive sono segnale di longevità, le difficoltà olfattive un segnale di morte

Ma qual è la spiegazione che si cela dietro questo particolare meccanismo metabolico? Come spiegano gli esperti: “I sistemi sensoriali giocano un ruolo nel metabolismo. L’aumento di peso non è puramente una misura delle calorie assunte, è anche legato al modo in cui le calorie vengono percepite“.

Siamo tutti sensibili agli odori del cibo quando abbiamo fame, mentre non lo siamo se ci riteniamo “pieni”. Di conseguenza, eliminando l’input sensoriale dell’olfatto, il nostro cervello manda un segnale di sazietà inducendo l’organismo a consumare le calorie e a favorire il dimagrimento.