Obesità e vitamina D: ecco il legame

Potrebbe esistere un legame determinante fra l’insorgere dell’obesità e la carenza di vitamina D, micronutriente contenuto in alcuni alimenti. Diciamo che potrebbe esistere perchè in realtà un rapporto diretto, al momento, non è ancora stato chiarito, sebbene alcuni studi a riguardo siano stati pubblicati dalla rivista scientifica Plos One.

Una ricerca condotta dal Laboratorio di Pediatria del Dipartimento di Scienze della Salute dell’Universita’ del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro e diretto da Gianni Bona ha analizzato quali proteine presenti nel sangue di soggetti obesi potessero dare maggiori informazioni su questa ipotesi di correlazione vitamina d-obesità.

I ricercatori hanno studiato l’espressione delle proteine individuando, tra queste, l’adiponectina, un ormone proteico che modula alcuni processi metabolici, come la regolazione del glucosio o il catabolismo (riduzione e disintegrazione) degli acidi grassi.

Dalla ricerca è emerso che il deficit di vitamina D sembrerebbe essere coinvolto nei disturbi metabolici dei soggetti, e, di contro, che l’effetto protettivo dell’assunzione di vitamina D in età pediatrica andrebbe a ridurre le forme di obesità che vanno a colpire i più piccoli.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 18 gennaio 2014 da un nostro autore

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. Dal 2014 è Dottore di Ricerca in Biologia e Medicina Sperimentale presso l’ateneo capitolino.