Un buon caffè la mattina appena svegli? Forse meglio cambiare orario

Tra le 9.30 e le 11.30, è questo l’orario migliore per prendere un caffè; e pensare che la maggior parte degli individui, lavoratori e non, per quell’ora sono già alla seconda o anche terza tazzina della giornata.

E’ Steven Miller, neuroscienziato della Uniformed Services University of the Health Sciences nel Maryland, a condividere con noi la conclusione di questa sua personale ricerca. Secondo il ricercatore, infatti, un caffè bevuto di prima mattina non risponderebbe in pieno al suo ruolo primario di “sveglia” grazie al suo apporto di caffeina all’organismo. Spiega lo scienziato, infatti, che al momento del risveglio i livelli di cortisolo, un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali e a volte associato allo stress, sono molto elevati. Una maggiore presenza di cortisolo nel sangue andrebbe ad influirebbe sugli effetti della caffeina assimilata costringendoci, quindi, ad aumentare la quantità di caffè per ottenere dei reali benefici. Lo stesso accadrebbe durante l’orario di pranzo e tra le 17.30 e le 18.30 del pomeriggio, altri orari, quindi, secondo Miller, non indicati per prenderci un buon caffè.

  • Ricerca di: Steven Miller
  • Conclusione: Evitare di far coincidere il consumo di caffè con i picchi di cortisolo nel sangue