No alla depilazione delle parti intime: ecco perchè!

Già qualche tempo fa avevamo condiviso con voi una ricerca simile che conduceva alla stessa conclusione: bisognerebbe evitare la depilazione integrale delle parti intime perchè espone il nostro organismo e la nostra pelle a germi e infezioni.

Un nuovo studio condotto dall’Università di San Francisco e pubblicato sulla rivista di settore JAMA Dermatology ha ampliato il campione di ricerca giungendo ad un’ulteriore conferma di quanto già intuito dagli esperti.

La ricerca scientifica ha intervistato più di 3000 donne americane evidenziando che più della metà (il 62%) è habituè della depilazione completa delle parti intime. Ad di là di una scelta puramente estetica, il motivo che spinge alla depilazione sembra essere quello di una ricerca di una maggiore igiene corporale.

In realtà, però, gli studi effettuati negli anni dimostrano che l’eliminazione dei peli nelle parti intime diminuisce le difese dell’organismo proprio in una parte del corpo estremamente sensibile alle infezioni. Il compito dei peli pubici, infatti, è quello di mantenere un giusto equilibrio di temperatura ed umidità tale da impedire l’insorgenza di funghi ed utile a proteggerci dal contatto con i germi che sono causa principale di infezioni.

Il consiglio, quindi, sarebbe quello di evitare la depilazione totale nelle parti intime, sia per i maschi che per le femmine, o comunque di cercare un compromesso d’igiene valido tra l’urgenza estetica e la tutela della nostra salute.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 14 luglio 2016 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. Dal 2014 è Dottore di Ricerca in Biologia e Medicina Sperimentale presso l’ateneo capitolino.