Scoperti alcuni batteri in grado di proteggere il tuo bebè

E se non tutti i batteri fossero nocivi per la nostra salute? Pensiamo per un attimo alla flora batterica presente nel nostro intestino e alla sua importanza nella regolazione dei nostri processi digestivi e nella prevenzione di possibili disturbi gastro-intestinali come coliti o costipazione.

Alcuni ricercatori della University of British Columbia hanno identificato l’esistenza di quattro batteri (Faecalibacterium, Lachnospira, Veillonella e Rothia) che colonizzano l’intestino umano e che se a contatto con il bebè nei primi mesi di vita sarebbero in grado di proteggerlo da malattie respiratorie come l’asma. Si tratta di semplici batteri presenti nell’ambiente e con cui si può venire in contatto naturalmente, tuttavia in presenza di un’igiene ossessiva o di un’apprensione eccessiva nei confronti della salute del neonato, il più delle volte ne viene evitata l’esposizione.

Lo studio pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine e che ha coinvolto più di 300 bambini canadesi ha analizzato il DNA dei piccoli mediante campioni delle feci raccolte. Dai risultati ottenuti gli esperti hanno confermato l’esistenza di una relazione evidente tra la presenza dei quattro batteri nell’intestino dei piccoli ed un minor rischio di sviluppare l’asma.

L’ipotesi dei ricercatori, sebbene la ricerca risulti ancora in una fase di studio iniziale, è quella di esporre volontariamente i bebè alla presenza dei batteri nei primi mesi di vita in modo da scongiurare pericoli e rischi di asma nella crescita futura del bebè.