ansia

L’ansia si combatte con i probiotici!

Vi riconoscete come dei soggetti ansiosi e siete alla continua ricerca di un rimedio per gestire i vostri stati d’agitazione perenne?

Secondo i ricercatori dell’Università di Cork, in Irlanda, una chiave per poter combattere le vostre ansie e inquietudini potrebbe risiedere nella presenza dei batteri dell’intestino.

La domanda è: può l’utilizzo di probiotici naturali favorire il nostro benessere mentale e, allo stesso tempo, la salute del nostro intestino?

Uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Microbiome ha dimostrato come alcuni regolatori dei geni nel cervello (microRNA), che giocano in ruolo chiave nella gestione dell’ansia, possono essere condizionati dai batteri intestinali. La ricerca è stata condotta su dei topi in laboratorio e ha confermato come i microRNA si differiscono negli animali privi di microbi. Come spiegano gli studiosi: <<I microbi intestinali sembrano influenzare i microRNA nell’amigdala e nella corteccia prefrontale. Questo è importante perché possono influenzare processi fisiologici fondamentali per il funzionamento del sistema nervoso centrale e in regioni del cervello che sono fortemente implicate nello sviluppo di ansia e depressione>>.

I topi coinvolti nella ricerca sono stati confinati in una sorta di bolla asettica e quindi priva di microbi: in queste condizioni i roditori manifestavano sempre crisi di ansia, problemi comportamentali, depressione e deficit della socialità.

Di contro, la presenza di batteri buoni (come la flora batterica intestinale) può determinare una modifica sostanziale nelle aree cerebrali correlate alla gestione delle emozioni, all’espressione della personalità e alla capacità di prendere decisioni. Tutte queste regioni sono direttamente associate agli stati di agitazione e al nervosismo e, per tanto, confermano un legame essenziale tra i problemi di ansia e la presenza di batteri intestinali.