Attenzione alla morte per solitudine

Si può morire di solitudine? Secondo alcuni ricercatori dell’Università di Chicago si, la morte per solitudine puoi colpire anche due volte di più che la morte dovuta a problemi di obesità.

Il target preferito sarebbero gli over 50, ovvero persone anziane più sensibili agli effetti devastanti scaturiti dall’essere soli o dal sentirsi soli.

Gli studiosi americani hanno lavorato per diverso tempo per confermare la loro tesi della solitudine letale seguendo le abitudini di vita dei partecipanti alla loro ricerca per più di sei anni. Dall’analisi svolta si è evidenziato che i “solitari” presentavano il 14% di rischio in più di morte prematura, quasi due volte la percentuale degli obesi.

La solitudine, secondo i ricercatori, sarebbe responsabile di numerosi disturbi, come l’abbassamento delle difese immunitarie, depressione, ictus o infarto e andrebbe a determinare, nel tempo, oltre ad un ovvio problema di salute mentale, la percezione di un vero e proprio dolore fisico.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 18 febbraio 2014 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.