Bambini narcisisti per colpa dei genitori

Qualche complimento di troppo non sempre può far bene, specie, poi, se rivolto (in maniera costante ed eccessiva) ad un bambino piccolo durante la sua fase di crescita. Attenzione, quindi, secondo i ricercatori dell’Ohio State University e dell’Università di Amsterdam autori di uno studio condotto in Olanda, essere narcisisti non vuol dire avere una forte stima in sè stessi, ma piuttosto presentare una personalità egocentrica ed avvezza all’autocompiacimento. E alla spalle di bambini che si dimostrano, appunto, vanitosi in un modo sconsiderato chi ritroviamo? Ritroviamo sempre dei genitori eccessivamente “amorevoli”.

Lo studio pubblicato sulla rivista Pnas ha tentato di indagare le origini dell’essere narcisista nei bambini più piccoli mediante un indagine condotta, attraverso la somministrazione di sondaggi, su più di 500 bimbi olandesi e sui loro genitori. La ricerca realizzata nell’arco di sei mesi ha evidenziato un’associazione evidente tra la condotta “esagerata” dei genitori nel prodigare complimenti, lodi ed elogi e un’atteggiamento, nel bambino, di sopravvalutazione di se stesso, e di evidenze di un comportamento narcisista. Secondo i ricercatori il legame rilevato, seppur ancora debole e bisognoso di ulteriori studi ed approfindimenti, dovrebbe tradursi in un vero e proprio campanello d’allarme per i genitori e per il proprio modo di contribuire, con comportamenti errati, allo sviluppo della personalità di un figlio.

  • Ricerca di: Università di Amsterdam, Ohio State University
  • Pubblicata su: Pnas
  • Conclusione: Un atteggiamento narcisista nel bambino è conseguenza di un comportamento eccessivamente amorevole nei genitori