Come combattono lo stress gli uomini e le donne?

Rimedi anti-stress differenti per genere? Assolutamente si, gli uomini e le donne hanno modi e tempi diversi per combattere in maniera adeguata lo stress accumulato giornalmente.

Ne sono convinti i ricercatori dell’University College di Londra che hanno confermato come il conforto dallo stress viene vissuto in maniera differente tra uomini e donne.

In che modo? Secondo gli scienziati brittanici la donna risponde allo stress gettandosi sul cibo, il maschio, invece, cerca una consolazione andando alla ricerca di sesso. Come spiegano gli esperti: <<Per gli uomini fare sesso significa probabilmente evasione, è un modo per dissociarsi da qualunque problema si trovino ad affrontare. Durante l’attività sessuale vengono rilasciate endorfine, sostanze che producono una sensazione di piacere>>. Ma attenzione: il sesso consolatorio per gli uomini può essere vissuto anche come un ricorso all’immaginario pornografico e non necessariamente come una reale scappatella extraconiugale.

Lo studio che dà conferma di questo dato ha coinvolto 115 uomini e 250 donne analizzando le diverse strategie messe in pratica per ridurre i livelli di stress. Dai dati della ricerca emerge, quindi, che il sesso anti-stress è la scelta più adatta per il 27% degli uomini (contro l’11% delle donne), mentre la decisione di ricorrere ai piacere del cibo è la predilezione massima delle donne.

Sulle cause di stress giornaliero dalle quali fuggire, poi, anche qui troviamo alcune significative differenze. Per gli uomini il motivo principale di tormento e tensione è il lavoro, per le donne, invece, sono le problematiche sentimentali a creare maggior disagio e senso d’ansia.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 23 gennaio 2017 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.