I figli primogeniti più intelligenti dei fratelli!

Un’altra cattiva notizia è in arrivo per tutti i secondogeniti, dopo che la scienza ci ha già svelato quale tra i figli è quello prediletto dalla famiglia.

Secondo i ricercatori dell’università di Edimbugo, infatti, il primogenito è più intelligente dei figli che verranno, e i dati scientifici condivisi sembrano confermare questa teoria.

Lo studio pubblicato sulla rivista Journal of Human Resources ha preso in considerazione il profilo di 5 mila bambini sottoposti a dei test congnitivi. I risultati ottenuti, poi, sono stati messi in relazione con la struttura familiare e con l’atteggiamento educativo messo in pratica dai genitori durante la fase adolescenziale (fino ai 14 anni).

Da qui alcune conclusioni interessanti: i figli primogeniti ottengono dei punteggi migliori nei test sul quoziente intellettivo già ad un anno (rispetto ai propri fratelli o sorelle), e la causa scatenante di questa migliore capacità sembrano essere proprio i genitori.

Tutti i figli, infatti, ricevono lo stesso supporto emotivo da parte dei genitori, ma non lo stesso supporto cognitivo. I primi figli vengono aiutati e sostenuti maggiormente nelle attività che possono stimolare il cervello dei bambini (come leggere, disegnare o fare i compiti), mentre dalla nascita dei secondi figli questo particolare atteggiamento di “apprensione” sembra ridursi di intensità. Con i secondi figli, infatti, i genitori tendono ad assumere dei comportamenti più “rischiosi” prevedendo un maggior spazio di autonomia ai nuovi arrivati ma, di contro, un minor sostegno intellettivo.