La depressione si combatte nei campi…

Molte volte le cosiddette “terapie alternative” riescono nell’obiettivo di cura dove farmaci e medicina, invece, sembrano fallire. Come sappiamo, prendersi cura di qualcuno o di qualcosa, può servire a riempire la giornata di impegno ed attenzioni ed aiuta a risollevare il morale (e lo spirito) di chi si sente solo e non più utile.

Da questa idea prende il via l’iniziativa di alcuni medici inglesi che hanno deciso di combattere la depressione dei propri pazienti regalando loro uno spazio verde dove potersi sentire realizzati e dove poter condividere passione ed entusiasmo.

E’ l’orticoltura la nuova arma in grado di sconfiggere la depressione e la solitudine degli anziani, attraverso un progetto di assegnazione di alcuni spazi di terra inutilizzati da far rifiorire con amore e dedizione.

Leggi la ricerca  Come posso ridurre lo stress lavorativo?

Quali sono i vantaggi del progetto inglese? Sono vantaggi duplici: da un lato la possibilità di condividere la missione di “bonifica” con altre persone porta a superare la condizione di isolamento a cui si è costretti, dall’altra l’opportunità di coltivare alimenti sani da poter successivamente introdurre nella propria dieta quotidiana favorisce lo stato generale di salute dei soggetti coinvolti.

Al momento sono numerose le terre messe a disposizione dei pazienti depressi in un progetto di rivalutazione del territorio, ma anche dello spirito. Da segnalare, inoltre, che il successo iniziale dell’esperimento ha portato alla creazione di una vera e propria cooperativa di anziani che finalizza il processo di coltivazione con la vendita diretta dei prodotti nel quartiere andando a favorire ulteriormente la presenza di uno stato mentale di serenità e benessere.