L’identikit di un uomo lo scrive la barba

“Donna barbuta sempre piacuta” afferma un detto noto a tutti, e l’uomo barbuto? Oggi più che mai la barba rappresenta un nuovo modello e stile di vita, a volte più raffinato, a volte eccentrico, a volte semplicemente selvaggio.

Una ricerca scientifica condotta dalla società di statistica Censuswide ha provato a delineare un identikit dell’uomo con la barba arrivando a condividere delle interessanti tesi. Il sondaggio che ha coinvolto inizialmente il solo sesso femminile, conferma che alle donne non piacciono gli uomini con la barba e, per tutti quelli che stanno investendo del tempo prezioso a cercare di farla crescere per poter far colpo, il consiglio è di rasare tutto e cambiare strategia.

Il 65% delle donne intervistate preferisce l’uomo con il volto rasato, addirittura il 35% preferisce l’uomo con i capelli grigi piuttosto che la barba folta. Stesso discorso vale per i baffi: al 62% delle donne non piacciono per nulla, e, come detto, anche in questo caso si preferiscono gli uomini dal volto completamente pulito.

Qual è il motivo di questa preferenza? Secondo l’universo femminile non c’è nessun atteggiamento misterioso o “hipster” che si nasconde dietro la barba. Avere una barba folta è percepito come un sintomo di sporcizia e il 39% delle intervistate ha timore che all’interno della barba possono annidarsi residui di cibo o anche altro.

Per quanto riguarda i maschi interpellati dallo studio, invece, l’avere o meno la barba può definire alcuni atteggiamenti comuni: il maschio con la barba tradisce molto di più, ha sicuramente rubato un qualcosa in passato, si è ritrovato più volte coinvolto in una rissa e ha avuto dei guai con il proprio datore di lavoro. L’uomo sbarbato, di contro, difficilmente tradisce il proprio partner, preferisce chidere lo sconto piuttosto che sottrarre qualcosa ed è più incline al dialogo quando si tratta di sedare un possibile litigio. Per quanto riguarda il lavoro poi, nessun uomo rasato è stato mai licenziato con la colpa di dimostrarsi trascurato o di prestare poca attenzione alla cura del proprio corpo.