Lo sbadiglio è contagioso? Molto più per le donne!

Quante volte vi sarà capitato di sedere di fronte ad un amico o al proprio partner e di rispondere al suo sbadiglio con un vostro sbadiglio all’unisono? Si sa, lo sbadiglio è un riflesso condizionato che induce una risposta innata del vostro organismo per uno stimolo che proviene dall’esterno.

Secondo una ricerca scientifica condotta dall’Università di Pisa e pubblicata sulla rivista Royal Society Open Science, però, questo meccanismo di contagio è molto più forte nel genere femminile. Lo studio, che ha coinvolto un campione di circa 100 persone, tra uomini e donne, ha infatti confermato la tendenza che le donne rispondono più frequentemente degli uomini agli sbadigli degli altri.

Non solo, questa particolare attitudine è maggiore quando esistono dei legami di affetto tra i soggetti e quindi parenti o amici si contagiano tra loro più facilmente rispetto a persone che, invece, si conoscono poco o nulla. Questa particolare relazione, che possiamo definire empatia, è presente, quindi, molto più nelle donne che negli uomini, così come ci spiega una delle ricercatrici responsabili dello studio: “La contagiosità degli sbadigli è un fenomeno che ha basi empatiche e infatti l’empatia si basa sulla capacità di recepire e fare proprie le espressioni facciali altrui attraverso un meccanismo che a livello neuronale è mediato dai neuroni a specchio che ci rendono sensibili alle emozioni degli altri”.

Leggi la ricerca  L'uso dello smartphone ti dice se sei depresso

La validità dello studio dimostra, quindi, che le donne hanno una maggiore capacità empatica rispetto al genere maschile, una caratteristica che è radicata profondamente nella loro natura materna e che è confermata da numerose evidenze scientifiche.