Lo stress nelle donne può ridurne la fertilità

Se avete deciso di mettere un figlio al mondo ma i vostri primi tentativi non sono ancora andati a segno, la prima regola da dover seguire è quella di cercare di rimanere calme e tranquille ed evitare ogni possibile fonte di stress.

Secondo uno studio condotto presso l’Ohio State University in Michigan, infatti, lo stress può aumentare il rischio di infertilità (quasi fino a raddoppiarlo) diminuendo, così, le vostre probabilità di rimanere incinta.

La ricerca pubblicata sulla rivista Human Reproduction ha interessato più di 500 coppie per un tempo di studio della durata di 12 mesi durante i quali i partner hanno provato più volte il concepimento di un figlio. Durante il monitoraggio realizzato dalla ricerca sono stati analizzati i livelli di cortisolo e dell’enzima alfa amilasi, entrambi marker dello stress, presenti nella saliva delle donne.

Al termine della sperimentazione circa il 90% delle donne è riuscita nel traguardo finale della gravidanza, ma i test condotti hanno verificato anche che i soggetti femminili con i più elevati valori di alfa-amilasi avevano fallito l’obiettivo della maternità registrando una riduzione della loro del fecondità del 30%. Nessun legame, invece, secondo i ricercatori può essere rilevato tra i livelli di cortisolo evidenziati dalle analisi condotte e le possibilità per le donne di rimanere incinta.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 22 giugno 2015 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.