Terapie antidepressive inefficaci durante la gravidanza

La gestazione andrebbe a ridurre l’efficacia di terapie antidepressive nelle donne. Secondo i ricercatori della Northwestern Medicine le mamme che soffrono di disturbi bipolari dovrebbero aumentare le dosi previste dalla loro terapia durante le fasi della gravidanza.

La ricerca scientifica pubblicata sull’American Journal of Psychiatry ha evidenziato, infatti, come la concentrazione nel sangue del farmaco lamotrigina, farmaco antiepilettico utilizzato per il trattamento dell’epilessia o del disturbo bipolare appunto, diminuisca nelle donne incinta definendo un incremento importante dei sintomi depressivi. Secondo i ricercatori, quindi, tutte le donne soggette a simili terapie e prossime alla gravidanza dovranno, durante il periodo di gestazione, aumentare le dosi dei medicinali previsti e ridurle solo successivamente al parto.

  • Ricerca di: Northwestern Medicine
  • Pubblicata su: American Journal of Psychiatry
  • Conclusione: La gravidanza riduce l’efficacia dei farmaci antidepressivi

Post Correlati

Articolo pubblicato il 4 novembre 2013 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.