Una nuotata settimanale può combattere la depressione!

nuotare

Sono sempre più numerosi i rimedi di cura messi in campo per poter combattere gli stati depressivi.

E non vogliamo includere l’utilizzo di farmaci antidepressivi, ma soltanto la pratica di tutte quelle attività giornaliere (del tutto salutari) capaci di migliorare lo stato mentale di una persona.

Vi avevamo già parlato, ad esempio, di come il curare un proprio spazio verde oppure partecipare a delle sedute di canto possa determinare degli effetti estremamente positivi sul proprio stato emozionale andando a ridurre il disturbo psicologico.

Una nuova ricerca scientifica pubblicata sulla rivista British Medical Journal racconta il caso di una ragazza di 24 anni affetta da diversi anni da disturbi depressivi. Sarah, questo il nome della giovane, ha tentato per anni l’utilizzo di diversi farmaci antidepressivi non riscontrando particolari benefici.

Successivamente alla nascita della propria bambina la ragazza ha deciso che, per tutelare la salute della piccola, doveva necessariamente sconfiggere la sua depressione tentando strade alternative di cura.

Da qui la pianificazione di un programma settimanale di nuoto all’aperto in acque per lo più fredde.

Da subito i medici che seguivano il caso della 24enne hanno evidenziato un miglioramento dell’umore dopo ogni nuotata e una riduzione dei sintomi della depressione. In un processo del tutto graduale, infatti, e a distanza di un solo anno dall’inizio dell’attività fisica, Sarah ha completamente smesso di prendere farmaci per combattere la sua depressione.

Qual è il segreto di questo incredibile risultato terapeutico? Secondo gli scienziati la riabilitazione fisica e mentale è derivante dalla scelta di Sarah di nuotare con costanza in acque fredde!

Post Correlati

Post pubblicato il 4 Febbraio 2019 da: