Vivrai più a lungo se sei anche testardo!

anziani longevi

Tralasciando la questione che la longevità di una persona è iscritta nel suo patrimonio genetico e quindi nel suo Dna, esistono tante altre variabili, abitudini o comportamenti che possono determinare il percorso di una vita più lunga o più breve.

Secondo un recente studio condotto dai ricercatori dell’Università Sapienza di Roma in collaborazione con l’Università della California a San Diego, anche la testardaggine sembra avere un ruolo decisivo per mantenersi sempre giovani.

L’ipotesi degli scienziati deriva da uno studio pubblicato sulla rivista International Psychogeriatrics e che ha coinvolto un gruppo di 29 anziani longevi, in età compresa tra 90 e 101 anni, residenti nella zona del Cilento, in provincia di Salerno. Ciascuno dei partecipanti è stato intervistato dai ricercatori per capire la propria condizione mentale e fisica e successivamente anche ai familiari degli anziani sono state fatte alcune domande sulla condizione psico-fisica personale e soprattutto su quella dei soggetti principali coinvolti dalla ricerca.

I dati ottenuti dallo studio hanno dimostrato che gli anziani presentano un benessere mentale superiore rispetto a quella dei propri figli, condizione che determina un vantaggio di longevità.

La caratteristica comune dei super-anziani? L’amore incondizionato verso la propria terra e il loro carattere decisamente testardo. Come spiegano gli esperti: <<Abbiamo scoperto che tendono ad essere dominanti, testardi, e hanno bisogno di avere un senso di controllo. Questa tendenza a controllare l’ambiente evidenzia una certa determinazione che è bilanciata dalla necessità di adattarsi ai cambiamenti>>.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 13 dicembre 2017 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.