Anche il digiuno aiuta a proteggere la tua salute

Può sembrare davvero insolito quanto scoperto dai ricercatori della Yale School of Medicine, ma anche fare il digiuno o seguire una dieta rigida, nonostante le numerose controindicazioni per la nostra salute che noi tutti già conosciamo, in realtà potrebbe aiutare a combattere i nostri stati infiammatori.

La ricerca scientifica condotta negli Stati Uniti e pubblicata sulla rivista di settore Nature Medicine, ha confermato come, una molecola prodotta nell’organismo a digiuno, la BHB o più tecnicamente beta-idrossibutirrato, sia in grado di contrastare un’infiammazione cronica già presente in un individuo.

Il BHB, come detto, viene prodotto quando siamo a digiuno e, così come evidenziato dalla sperimentazione sui topi in laboratorio, maggiore è la sua presenza all’interno del nostro organismo, minore è l’intensità dell’infiammazione presente. Il BHB è in grado di bloccare l’inflammasoma NLRP3, un complesso multiproteico che guida la risposta infiammatoria in diverse patologie importanti come Alzheimer, diabete di tipo 2 o arterosclerosi.

La conclusione dei ricercatori è che una simile scoperta potrebbe rivelarsi molto utile per andare a contrastare numerose malattie infiammatorie ma anche per combattere i danni delle malattie neuro-degenerative causate dall’eccessiva risposta del sistema immunitario.

Post Correlati

Articolo pubblicato il 19 Febbraio 2015 da:

Paolo Carta è nato a Roma il 10 gennaio 1978. Dopo la maturità scientifica consegue un Diploma Universitario per Tecnico Sanitario di Laboratorio presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 2008 intraprende la carriera universitaria presso Tor Vergata (Roma) e consegue una laurea specialistica in Biotecnologie Mediche. E’ il responsabile editoriale del portale sin dalla sua messa online.